• Bar Caffetteria Butterfly – V.le Italia, 440 – La Spezia
  • Falagnameria Iannacone - Via greti di Durasca - Follo (Sp)
  • Piper 2.0 Chic Cafè – P.zza Concordia, 5 - La Spezia
  • Il forno di Geramano di Renzetti e c. - Piazza Vittorio Emanuele, 5 -Varese Ligure (Sp)
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Pasticceria Armani - P.zza Concordia, 8 – La Spezia
  • Enoteca di Via dei Mille .- La Spezia
  • Le Firme In - P.zza Concordia, 57 – La Spezia
  • L’Artigiano del Cioccolato - Via Nino Bixio, 46 - La Spezia
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • Gelateria Lully - Via dei Mille, 100 - La Spezia
  • Pasticceria Rossi - Via Vittorio Veneto, 223 - La Spezia

Lavoratori agili: istruzioni operative

08 Novembre 2017
INAIL ha fornito le istruzioni operative per la tutela del personale dipendente del settore pubblico e privato impiegato in modalità di lavoro agile, già introdotto dalla Legge 81/2017, per incrementare la competitività ed agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Il lavoro agile è una nuova modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato stabilita con un accordo tra le parti, “senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell'attività lavorativa”.

INAIL precisa che l’attività svolta fuori dei locali aziendali e senza una postazione fissa comporta comunque l’estensione dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali: non evono venire meno meno i requisiti oggettivi (lavorazioni rischiose) e soggettivi (caratteristiche delle persone assicurate) previsti ai fini della ricorrenza dell’obbligo assicurativo.
Gli infortuni occorsi mentre il lavoratore svolge la propria attività in modo flessibile, nel luogo prescelto dallo stesso lavoratore, sono dunque tutelati se causati da un rischio connesso con la prestazione lavorativa.
Allo stesso modo, sono tutelati anche gli infortuni avvenuti in itinere nel normale percorso di andata e ritorno tra l’abitazione ed il luogo scelto per lo svolgimento della propria attività fuori dai locali aziendali, quando la scelta del luogo della prestazione sia dettata da esigenze connesse alla prestazione stessa o dalla necessità di conciliare le esigenze di vita con quelle professionali e risponda a criteri di ragionevolezza.

Il datore di lavoro dovrà fornire al lavoratore un’adeguata informativa sul corretto utilizzo delle attrezzature eventualmente messe a disposizione nello svolgimento della prestazione in modalità di lavoro agile.

Informazioni
Enrico Taponecco, tel. 0187.286632
sicurart@confartigianato.laspezia.it

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato