• Pasticceria Gemmi - Via Mazzini - Sarzana (SP)
  • Bar Caffetteria Butterfly – V.le Italia, 440 – La Spezia
  • L’Artigiano del Cioccolato - Via Nino Bixio, 46 - La Spezia
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Pannucio Tende
  • Idea Donna - Piazza Cesare Battisti, 36 - La Spezia
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • Pane e tulipani - Via Del Prione, 274 - La Spezia
  • Ristorante Il Timone - Via degli ulivi ,29 - Portovenere (Sp)
  • Pasticceria F.lli Montebello - Via Canaletto ,19 - Castelnuovo Magra (Sp)
  • Laboratorio Orafo F.lli Mozzachiodi - Viale G. Garibaldi, 25 - La Spezia
  • Gelateria Riccardo - Via Manzoni, 26 -La Spezia
  • Cartolibreria di via dei Mille - La Spezia

Sabato 10 giugno verrà beatificata la spezzina Itala Mela.

05 Giugno 2017

Sabato 10 giugno, vigilia della solennità della Santissima Trinità, la venerabile serva di Dio Itala Mela sarà proclamata beata.

Ad elevarla agli onori degli altari, a conclusione di un processo canonico lungo e meticoloso, sarà – per delega pontificia – lo stesso presidente della congregazione per le Cause dei santi, il cardinale Angelo Amato. Sarà infatti Amato a presiedere la solenne concelebrazione fissata per le ore 11.00 in piazza Europa.

Le spoglie di Itala Mela dal 1984 sono accolte presso la cripta della cattedrale, in un sarcofago di pietra e marmo

Sarà la prima beatificazione nella storia della città di Spezia.

Il pensiero mistico di Itala Mela, come documentano i suoi scritti e le centinaia di pagine di testimonianze raccolte nel corso della causa di beatificazione, è infatti legato in modo inscindibile al mistero della Santissima Trinità. In particolare si deve a lei l’elaborazione, condotta sotto la guida dei suoi direttori spirituali, della teoria cosiddetta della “inabitazione trinitaria”, ovvero la consapevolezza di come la presenza di Dio nell’animo della persona credente non possa prescindere dal considerare Dio stesso come Trinità, e quindi Padre, Figlio, Spirito Santo.

Legatissima alla vita benedettina, si adoperò con forza, sino alla morte, perché alla Spezia, sulla collina di Marinasco, potesse sorgere un monastero femminile di clausura. Per questo sabato, alla celebrazione in piazza Europa, saranno presenti in via straordinaria, per un particolare indulto concesso dal vescovo Luigi Ernesto Palletti, anche le monache benedettine del monastero che, ora, si trova nella bella ed ampia sede di Castellazzo.

 

ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato
Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche