• Pasticceria Armani - P.zza Concordia, 8 – La Spezia
  • Fratelli Baldini - Via del Prione, 250 - La Spezia
  • Pannucio Tende
  • Michelangelo Mancuso - Via Del Prione, 297 - La Spezia
  • Le Firme In - P.zza Concordia, 57 – La Spezia
  • Gelateria Concordia – V.le Italia, 699 – La Spezia
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Pane e tulipani - Via Del Prione, 274 - La Spezia
  • Pasticceria Giubea - Via Cigala, 28 - Sarzana
  • Pasticceria Perla di Ameglio Fulvio, p.zza Staglieno 33 Levanto.
  • Gelateria Lully - Via dei Mille, 100 - La Spezia

SISTRI

Il SISTRI, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, è uno strumento promosso nel 2009 dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che lo ha introdotto per far fronte alla sempre più richiesta di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione.

Il Sistri ha la finalità di garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali, riduce i costi sostenuti dalle imprese, semplificando le procedure e gli adempimenti e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità.

Sul sito ufficiale SISTRI è consultabile l’elenco dei soggetti che obbligatoriamente devono iscriversi e dei soggetti che possono iscriversi volontariamente ed è disponibile una guida (sia scritta che video) per l’utilizzo della chiavetta (o token) USB e per l’utilizzo del programma da parte di produttori, trasportatori e gestori di impianti.

In caso di chiavetta non funzionante è inoltre possibile scaricare una procedura per il ripristino del dispositivo USB da provare prima di comunicare a SISTRI il non funzionamento del dispositivo.


«Da anni sosteniamo che il Sistri è inadeguato per le piccole imprese, ma ancor di più per le esigenze del Paese» spiega Giuseppe Menchelli, direttore di Confartigianato. «Con grandi difficoltà siamo riusciti a limitare la platea dei soggetti obbligati ad aderire a questo sistema escludendo le piccole...
03/11LEGGI
2.069
CondividiCONDIVIDI
Ricordiamo che le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale, indipendentemente dal numero di addetti, sono soggetti obbligati all’applicazione del SISTRI, il sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti speciali pericolosi. Dal prossimo 1° Gennaio 2015 terminerà il...
03/11LEGGI
1.724
CondividiCONDIVIDI
Dal prossimo 1° Gennaio 2015, salvo modifiche dell’ultima ora, il SISTRI troverà piena applicazione in quanto terminerà il periodo di sospensione delle sanzioni per i soggetti obbligati. Se fino ad oggi la tracciabilità dei rifiuti era garantita dalla compilazione manuale del registro di carico scarico e dei...
03/11LEGGI
1.804
CondividiCONDIVIDI
Possono conferire delega alle Associazioni imprenditoriali ed alle loro società di servizi per la gestione operativa del SISTRI solo i seguenti soggetti: - imprese ed enti, obbligati, la cui produzione annua di rifiuti pericolosi non eccede le 4 tonnellate o non eccede le 20 tonnellate di rifiuti non pericolosi; - imprese ed enti che...
30/10LEGGI
1.804
CondividiCONDIVIDI
Il versamento del contributo può essere effettuato con diverse modalità entro il 31 dicembre 2014. Presso qualsiasi ufficio postale, con il versamento dell’importo dovuto sul conto corrente postale n. 2595427, intestato alla Tesoreria di Roma, Succursale Ministero Ambiente SISTRI / Min. Amb. DG Tut. Ter. Via C.Colombo, 44...
30/10LEGGI
1.773
CondividiCONDIVIDI
Le aziende non più obbligate, e che non intendono mantenere l’iscrizione su base volontaria, devono provvedere singolarmente a cancellarsi dal SISTRI entro il prossimo 31 Dicembre 2014. La cancellazione per le imprese con meno di 10 dipendenti non è quindi automatica. La procedura da utilizzare è solo telematica:...
30/10LEGGI
1.670
CondividiCONDIVIDI
Le sostanze o gli oggetti che derivano da attività umane o da cicli naturali, di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l'obbligo di disfarsi, sono definiti rifiuti. La loro classificazione varia in base alla loro origine (rifiuti urbani o rifiuti speciali) ed in base alle loro caratteristiche (pericolosi o non pericolosi...
30/10LEGGI
1.597
CondividiCONDIVIDI
“Che il SISTRI sia un malato grave è riscontrabile da chiunque, che la malattia sia terminale dipende dall’onestà intellettuale di chi ne e’ responsabile”, così Alfredo Toti, Presidente di Confartigianato all’indomani delle dichiarazioni del Ministro Galletti, il quale ha annunciato una nuova...
29/10LEGGI
1.501
CondividiCONDIVIDI
Circa 25 mila le realtà interessate in Liguria. Costi (Confartigianato): «Così le piccole imprese sono costrette ad adempiere agli stessi obblighi e costi di una grande azienda» «Controllare la produzione e lo smaltimento dei rifiuti pericolosi è sicuramente un obiettivo condivisibile, ma riteniamo...
03/03LEGGI
2.367
CondividiCONDIVIDI
Per Falco di Confartigianato Liguria: «Il ministero ha ascoltato le nostre richieste» «Il risultato dei test del Click day, iniziativa promossa da Confartigianato, è stato un forte impulso per l’importante accordo raggiunto con il ministero dell’Ambiente, che rimodula l’entrata in funzione del Sistri...
26/05LEGGI
2.805
CondividiCONDIVIDI

NORMATIVE

DOCUMENTI

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato