• Laboratorio Orafo F.lli Mozzachiodi - Viale G. Garibaldi, 25 - La Spezia
  • Cartolibreria di via dei Mille - La Spezia
  • Bar Caffetteria Butterfly – V.le Italia, 440 – La Spezia
  • Ristorante Il Timone - Via degli ulivi ,29 - Portovenere (Sp)
  • Pasticceria Perla di Ameglio Fulvio, p.zza Staglieno 33 Levanto.
  • Gelateria Riccardo - Via Manzoni, 26 -La Spezia
  • Pasticceria Rossi - Via Vittorio Veneto, 223 - La Spezia
  • Monika Cocozza – V.le Italia, 689 – La Spezia
  • Fratelli Baldini - Via del Prione, 250 - La Spezia
  • Pannucio Tende
  • La Pucceria - Via dei Mille, 103 - La Spezia
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • Il forno di Geramano di Renzetti e c. - Piazza Vittorio Emanuele, 5 -Varese Ligure (Sp)

ABUSIVISMO - Confartigianato e Guardia di Finanza lanciano la campagna contro l'abusivismo sulle spiagge

09 Agosto 2018

Il fenomeno dell’abusivismo sulle spiagge, in modo particolare quello della vendita di prodotti contraffatti e di servizi alla persona come massaggi, tatuaggi, acconciature sta assumendo dimensioni preoccupanti anche nella nostra provincia. Per questo motivo la Confartigianato della Spezia lancia una campagna informativa sulle spiagge rivolta ai consumatori dal titolo “Se compri sei responsabile anche tu!” perché il successo dell'abusivismo è legato anche alla responsabilità e alla cultura dei consumatori che con il loro denaro alimentano il fenomeno.

“Si denuncia spesso la mancanza di posti di lavoro e poi con il potere del 'nostro' portafoglio alimentiamo mercati che sottraggono posti di lavoro regolari. – spiega il Presidente di Confartigianato Paolo Figoli – La crisi ha ridotto la possibilità di spesa delle famiglie e la voglia di evasione aumentano quando si è rilassati sulla spiaggia questi fattori hanno contribuito ad incrementare il fenomeno, caratterizzato dall’offerta di prestazioni a prezzi contenuti e dunque concorrenziali. Una concorrenza però che non è quella auspicata dalle imprese di Confartigianato del libero mercato, della competenza o della professionalità ma giustificata solo dalla possibilità che gli abusivi hanno di praticare prezzi ridotti non applicando la normativa fiscale, quindi evadendo, non rispettando le norme previdenziali, quelle sulla sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro, in assenza di garanzie, competenza e professionalità. La campagna ha visto il patrocinio della Guardia di Finanza, e per questo ringraziamo il Comandante provinciale Col. Massimo Benassi per l'impegno profuso nei controlli”.

Acquistare prodotti contraffatti e massaggi in spiaggia danneggia il consumatore trattandosi di merce di bassa qualità e spesso nociva per la salute, si danneggia il commercio e le attività regolare creando concorrenza sleale e chiusura di imprese. “Dobbiamo essere chiari – aggiunge il direttore di Confartigianato, Giuseppe Menchelli - l'abusivismo toglie gettito fiscale allo Stato, con il quale si potrebbero erogare maggiori e migliori servizi ai cittadini. Infatti il primo grande sconto che l’abusivo pratica è del 22% cioè l’IVA non pagata allo Stato, seguono l’IRAP e l’IRPEF. Insomma lo sconto dell’abusivo è a discapito di tutti i contribuenti ed è una beffa per l’impresa onesta che paga tutto, si assume responsabilità nei confronti dei clienti e dello Stato e guadagna meno di chi pratica illegalmente”.

L'abusivismo inoltre alimenta la criminalità che sta dietro al fenomeno con conseguenti maggiori costi sociali e pubblici, spesso crea sfruttamento minorile e delle fasce più deboli della società. I massaggi effettuati sulle spiagge sono praticati da personale non qualificato, in assoluta mancanza di norme igieniche e sanitarie ed effettuati con prodotti non identificabili. È così in pericolo l’incolumità e la salute dell’individuo, il cliente dell’abusivo, la cui salute stessa è messa a rischio. Inoltre l'acquisto di prodotti contraffatti e massaggi in spiaggia è un comportamento illecito sanzionabile con multa a partire da 200 euro oltre al sequestro della merce.

Le locandine della campagna “Se compri sei responsabile anche tu!” saranno diffuse in questi giorni in tutti gli stabilimenti balneari della provincia e il messaggio sarà diffuso anche attraverso il capillare uso dei canali social. E' di queste settimane la notizia diffusa dal Ministero dell'Interno di una task force con controlli a tappeto sulle sulle spiagge da parte delle forze dell'ordine.

“Siamo consapevoli – concludono Figoli e Menchelli - che, mentre risultano più semplici ed efficaci i controlli effettuati presso le aziende regolari al fine di verificare il rispetto degli adempimenti connessi all’attività, sono più complessi, necessitano di maggior personale e mezzi i controlli sulle spiagge per colpire l'abusivismo, anche in caso di segnalazioni. Resta comunque essenziale per combatterlo la collaborazione responsabile dei cittadini consumatori, la sensibilizzare dell’opinione pubblica, l'informazione sui rischi e le sanzioni.

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato