• Gelateria Lully - Via dei Mille, 100 - La Spezia
  • Gelateria Concordia – V.le Italia, 699 – La Spezia
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • Pannucio Tende
  • Laboratorio Orafo F.lli Mozzachiodi - Viale G. Garibaldi, 25 - La Spezia
  • Pasticceria Giubea - Via Cigala, 28 - Sarzana
  • La Pucceria - Via dei Mille, 103 - La Spezia
  • Pasticceria Armani - P.zza Concordia, 8 – La Spezia
  • Gelateria Nina – V.le Italia, 617 – La Spezia
  • incontro
  • Pasticceria Gemmi - Via Mazzini - Sarzana (SP)
  • Michelangelo Mancuso - Via Del Prione, 297 - La Spezia
  • Monika Cocozza – V.le Italia, 689 – La Spezia

1a Giornata Nazionale del Mare: Confartigianato premia il Prefetto della Spezia Lucio Antonio Garufi

11 Aprile 2018

Nautica e turismo sono la prima industria della Spezia e della Liguria. Confartigianato Nautica in occasione della Prima giornata nazionale del Mare, istituita l’11 aprile per diffondere la cultura del mare ed entrata in vigore nel febbraio scorso con la riforma del Codice della Nautica, stamani ha incontrato il Prefetto della Spezia, Lucio Antonio Garufi.

Al tavolo istituzionale ha partecipato una delegazione di imprese del settore composta dal Presidente di Confartigianato Nautica, Roberto Zampollini, Giuseppe Menchelli, Direttore Confartigianato della Spezia, Nicola Carozza, Responsabile sindacale Confartigianato, On. Lorenzo Viviani, da poco parlamentare ed imprenditore ittico della storica famiglia di pescatori di acciughe di Monterosso, Arturo Nardone, Beppe Nautica, Sergio Isola, Ba Marine azienda specializzata nelle barriere antinquinamento ambientale, Giacomo Bello, Amministratore del Consorzio Navigazione Golfo dei Poeti, Marco Casani, Coop. Barcaioli Porto Venere, Roberto Parisi e Mattia D’Arrigo, Cinque Terre from the sea, noleggi e locazione di natanti.

Confartigianato Nautica ha consegnato al Prefetto un premio dedicato alla 1 Giornata del Mare, realizzato dalla Fabbrica D'Arte Monterosso, azienda artigianale che vanta il marchio Artigiani In Liguria, realizzata su un pezzo di legno di un vecchio gozzo ligure con una formella in ceramica. La Confartigianato Nautica ha infatti istituito questo importante premio che dall’anno prossimo verrà assegnato da una apposita giuria alle imprese nautiche innovative del territorio.

“Se sapremo favorire con intelligenza il settore – ha spiegato il Presidente di Confartigianato Nautica, Roberto Zampollini, - potremo far crescere il nostro territorio e l'occupazione. Dopo anni di crisi per il settore, il 2017 è stato il primo anno in cui la nautica alla Spezia e in Italia ha mostrato un segno di ripresa concreto. Una crescita del +18%, tra cantieristica e nautica cosiddetta “minore” da diporto”.

Durante l’incontro il direttore Menchelli ha aggiunto: “Il nostro territorio ha le migliori eccellenze in ambito cantieristico. Tra i primi tre cantieri al mondo che producono grandi yacht, due hanno le sedi operative alla Spezia. San Lorenzo, Fincantieri, Baglietto, Ferretti, Perini navi tanto per fare qualche nome. La Provincia della Spezia ad iniziare dalle Cinque Terre, patrimonio mondiale dell'Unesco e dal Golfo dei Porti, offre opportunità turistiche di eccellenza e porticcioli per piccole e medie imbarcazioni di altissimo livello, Porto Lotti, Porto Mirabello e il porto naturale alla foce del Fiume Magra”. Si è poi parlato delle opportunità e dei problemi del settore, che conta una filiera articolata e completa di aziende: noleggi, locazione, agenzie di pratiche e patenti nautiche, refitting, riparazione di motori marini, restauro, accessori, darsene, assicurazioni, ecc.

Il Prefetto Garufi ha ringraziato Confartigianato Nautica e si è complimentato per il comparto nautico: “La Spezia è una città di mare che vanta tradizioni antiche, imprese e istituzioni, devono fare la loro parte per regolare il settore, tutelare l’ambiente, qualificare le attività in un mondo che cambia costantemente”.

Ma la tavola rotonda di Confartigianato Nautica ha avuto anche un significato politico in attesa di un nuovo Governo. Di qualunque colore sia, Confartigianato Nautica, auspica non si ripropongano le politiche del Governo italiano che nel 2011 e 2012, intervennero con una tassazione pesante e astrusa, che ha portato alla ‘crisi’ del settore. Tolte quelle norme penalizzanti ora dobbiamo comunicare agli amanti del mare di venire nei nostri porticcioli e di godere del mare italiano, cercando di dare un sostegno alle piccole imprese che investono: semplificazione, sburocratizzazione, defiscalizzazione sono le nostre parole d'ordine. E' necessario infatti insistere sulla defiscalizzazione degli investimenti nel settore della nautica e incentivare le imprese a ringiovanirsi, assumendo giovani attraverso la riduzione del cuneo fiscale.
 

 

ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato
Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche