• Gelateria Riccardo - Via Manzoni, 26 -La Spezia
  • Il forno di Geramano di Renzetti e c. - Piazza Vittorio Emanuele, 5 -Varese Ligure (Sp)
  • Le Firme In - P.zza Concordia, 57 – La Spezia
  • Gelateria Nina – V.le Italia, 617 – La Spezia
  • Gelateria Concordia – V.le Italia, 699 – La Spezia
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Gelateria Lully - Via dei Mille, 100 - La Spezia
  • Pasticceria Rossi - Via Vittorio Veneto, 223 - La Spezia
  • incontro
  • Bar Caffetteria Butterfly – V.le Italia, 440 – La Spezia
  • Pasticceria F.lli Montebello - Via Canaletto ,19 - Castelnuovo Magra (Sp)
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • L’Artigiano del Cioccolato - Via Nino Bixio, 46 - La Spezia

100 mila euro per la riqualificazione di attività commerciali e artigianali di Sampierdarena e San Teodoro

05 Marzo 2018

Il bando è in vigore dal 2 marzo al 1° giugno 2018

Venerdì 2 marzo, il Comune di Genova ha pubblicato un bando in favore di attività commerciali e artigianali che già operano nell’ambito territoriale del Municipio II Centro Ovest (Sampierdarena e San Teodoro), al fine di agevolarne la riqualificazione attraverso la presentazione di progetti di investimento volti a migliorare l’estetica esterna, le attrezzature, gli arredi, i siti web, le opere murarie ecc.

L’obiettivo della Civica Amministrazione è quello di favorire il rafforzamento delle attività già radicate e integrate sul territorio, impegnate a valorizzare e a creare un tessuto economico “sano” nel pieno rispetto delle normative vigenti, tra cui anche la recente ordinanza sindacale “anti-alcol”, e del decoro urbano al fine di promuovere anche un ruolo di presidio e di animazione territoriale.

Sono previsti punteggi premianti tra cui quelli riferiti all’anzianità dell’impresa sul territorio, alla vendita di prodotti tipici locali (DOP, DOC…) e ai marchi tipici.

In questa logica il bando esclude l’accesso alle agevolazioni a specifiche tipologie di attività: tra queste, ad esempio, phone center, internet point, sexy shop, money transfert, lavanderie a gettone, i cosiddetti “minimarket”.

Le imprese dovranno essere costituite da almeno 12 mesi dalla data di pubblicazione del bando.

L’investimento minimo da effettuarsi per ottenere l’agevolazione è di 3mila euro.

L’Amministrazione erogherà fino a un massimo di 10mila euro.

Il 50% delle spese ammesse all’agevolazione sarà erogato sotto forma di finanziamento al tasso agevolato dello 0,50% mentre il restante 50% sarà erogato a fondo perduto.

Il Bando e la documentazione necessaria per la presentazione delle domande sono scaricabili dal sito istituzionale www.comune.genova.it nella sezione il Comune per le imprese – Bandi di gara/settore: aiuti alle imprese.

Per informazioni e chiarimenti relativamente alla formulazione della domanda e alla presentazione del progetto di investimento rivolgersi a:

Comune di Genova – Direzione Innovazione, Qualità e Sviluppo economico
Ufficio Innovazione d’Impresa
Tel. 010 5572213 – 72869
e-mail: promozioneimpresa@comune,genova.it

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato