• Michelangelo Mancuso - Via Del Prione, 297 - La Spezia
  • Carrozzeria Esteticar - Via del Canaletto, 239 - La Spezia
  • Ristorante Il Timone - Via degli ulivi ,29 - Portovenere (Sp)
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Le Firme In - P.zza Concordia, 57 – La Spezia
  • Pane e tulipani - Via Del Prione, 274 - La Spezia
  • Monika Cocozza – V.le Italia, 689 – La Spezia
  • Gelateria Riccardo - Via Manzoni, 26 -La Spezia
  • Fratelli Baldini - Via del Prione, 250 - La Spezia
  • Il forno di Geramano di Renzetti e c. - Piazza Vittorio Emanuele, 5 -Varese Ligure (Sp)
  • Pasticceria Gemmi - Via Mazzini - Sarzana (SP)
  • Gelateria Concordia – V.le Italia, 699 – La Spezia
  • Gelateria Nina – V.le Italia, 617 – La Spezia

ACCETTATE IL CONSIGLIO (31) - Vazio, Melgrati, le corti e la Corte di Massimiliano Lussana

11 Marzo 2018

Innanzitutto, raccontiamo una bellissima storia bipartisan.

L'ex sindaco di Alassio ed ex consigliere regionale di Forza Italia Marco Melgrati, uno che si butterebbe nel fuoco per Berlusconi, anche a rischio di ustione, è uno degli uomini più indagati e processati della Liguria.

Ma è anche uno dei più assolti: se non ho perso il conto, dovremmo essere a quota ventisei assoluzioni e dintorni, soprattutto per vicende relative all'attività libero professionale di Melgrati, che è quella di architetto.

Insomma, l'avvocato di Melgrati deve essere davvero bravo.

Ed è un deputato del Pd, che si chiama Franco Vazio, è di Albenga, ed è uno che si butterebbe nel fuoco per Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, anche a rischio di ustione, tanto da essere stato il più preparato e combattivo in commissione Banche, e da essere usato come scudo umano alle domande sul tema degli ospiti di "Porta a Porta".

Vazio dovrebbe tornare a Roma, Melgrati punta a rifare il sindaco di Alassio.

Ma proprio l'avvocato ingauno è stato protagonista delle sedute congiunte della Camera e del Senato della Repubblica dell'ultimo anno.

Succede che viene a mancare un giudice costituzionale di nomina parlamentare e si inizia a votare l'11 gennaio del 2017, quando nessuno dei candidati in lizza ottiene i voti necessari per andare alla Consulta e nessun ligure, nemmeno Vazio, prende nemmeno una di quelle preferenze che superano la soglia minima per essere conteggiate.

Si rivota il 4 maggio e Vazio prende sei voti.

Si rivota l'11 maggio e Vazio sale a sette voti.

Si rivota il 18 maggio e Vazio, ormai lanciatissimo, si attesta a undici voti.

Purtroppo, nelle sedute comuni di Camera e Senato del 15 giugno, del 29 giugno e del 10 luglio non si registra nemmeno il numero legale e l'irresistibile ascesa di Vazio, per ora, si ferma qui.

Ma, presto, le nuove Camere torneranno a votare per il quindicesimo giudice costituzionale e quota 570 voti necessari per essere eletti sarà il nuovo obiettivo dell'avvocato Vazio per essere il prossimo giudice costituzionale ligure dopo Fernanda Contri.

Ora ne mancano solo 559.

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!
TG@web
Vai al canale YOUTUBE di Confartigianato