• Laboratorio Orafo F.lli Mozzachiodi - Viale G. Garibaldi, 25 - La Spezia
  • Pasticceria Armani - P.zza Concordia, 8 – La Spezia
  • Pasticceria Giubea - Via Cigala, 28 - Sarzana
  • Piper 2.0 Chic Cafè – P.zza Concordia, 5 - La Spezia
  • Enoteca di Via dei Mille .- La Spezia
  • L’Artigiano del Cioccolato - Via Nino Bixio, 46 - La Spezia
  • Ristorante Il Timone - Via degli ulivi ,29 - Portovenere (Sp)
  • Calzolaio Carlo Panegos – Via Malaspina, 35 – La Spezia
  • Pasticceria Perla di Ameglio Fulvio, p.zza Staglieno 33 Levanto.
  • Bar Caffetteria Butterfly – V.le Italia, 440 – La Spezia
  • La Pucceria - Via dei Mille, 103 - La Spezia
  • Monika Cocozza – V.le Italia, 689 – La Spezia
  • Gelateria Riccardo - Via Manzoni, 26 -La Spezia

INAIL: come ottenere lo sconto del premio con l'OT24

03 Luglio 2017

L'INAIL, già da diversi anni, ha introdotto un sistema di riduzione del premio (detto OT24) per le aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti già dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008). La riduzione del premio è applicata in funzione del numero dei lavoratori-anno ed, indicativamente, varia dal 7 fino al 30%, in funzione del numero di dipendenti (sconto più alto con meno dipendenti).

Chi può beneficiarne? Tutte le imprese che sono ovviamente in regola con i versamenti obbligatori contributivi ed assicurativi e con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni ed igiene del lavoro. In aggiunta a questi pre-requisiti, è però necessario che l'azienda abbia effettuato, nell'anno precedente a quello in cui chiede la riduzione, alcuni interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e dell'igiene del lavoro.

Ma quali sono gli interventi di miglioramento che permettono di presentare la riduzione del premio? L'elenco varia ogni anno, ma ecco qualche esempio...
- adozione di un modello organizzativo e gestionale ex D.Lgs. 231/2001;
- certificato BS OHSAS 18001;
- conciliazione dei tempi vita/lavoro (ad es.: orario flessibile, telelavoro, formazione continua, programmi di reinserimento, ecc.);
- almeno una volta all'anno, prova di evacuazione (nelle aziende dove non è obbligatoria);
- almeno una volta all'anno, riunione periodica (nelle aziende con meno di 15 addetti);
- adozione di procedure di verifica delle attività svolte (ad es.: efficacia della formazione, raccolta ed analisi degli infortuni, comportamenti in caso di emergenza, ecc.);
- acquisto del defibrillatore e formazione specifica degli addetti (nelle aziende dove non obbligatorio);
- manutenzione programmata di macchine ed attrezzature affidata ad azienda specializzata;
- corso di formazione di guida-sicura;
- sostituzione di macchine ed attrezzature rumorose.

Ogni intervento assegna un punteggio proporzionale alla sua importanza; al superamento di una soglia minima prefissata da INAIL, è possibile presentare la domanda che deve essere inoltrata in via telematica entro il 28 Febbraio dell'anno successivo a quello per cui è chiesta la riduzione.

Se interessati consigliamo di contattare fin da oggi il nostro Ufficio Prevenzione Infortuni per la preparazione della documentazione necessaria per la presentazione della domanda nel prossimo anno:
Ufficio Prevenzione Infortuni
Enrico Taponecco, tel. 0187.286632
eMAIL sicurart@confartigianato.laspezia.it
 

 

Formazione
Organizziamo corsi di formazione in diverse aree tematiche
ENERGIA
Pensi che la tua bolletta sia troppo cara?
Online
La formazione quando vuoi!